Il progetto S.P.A.C.E. – Studenti Pendolari Acquisiscono Competenze Educative intende migliorare la qualità di vita sociale e scolastica di adolescenti che sono a rischio di fallimento formativo scolastico, attrezzando educativamente quegli spazi che studenti devono necessariamente vivere per raggiungere la scuola, anche in quanto studenti pendolari.

Le azioni del progetto sono volte in ottica di coesione sociale, allargando la comunità educante a soggetti nuovi (aziende trasporto, commercianti, frequentatori dei centri commerciali), responsabilizzati nel loro ruolo educativo, allo stesso tempo valorizzando il ruolo delle agenzie formali (scuola e famiglie) per rendere effettivo il protagonismo dei ragazzi/e.

Il progetto prevede un intervento diffuso e ad ampio raggio sia nelle scuole, con servizi di orientamento e tutoraggio per i ragazzi nel passaggio dalle scuole medie alle superiori, e accompagnamento nella scelta del percorso post-diploma, attivando inoltre laboratori territoriali in cui i/le ragazzi/e possano farsi promotori di attività culturali, di aggregazione, socializzazione, sensibilizzazione da rivolgere anche agli adulti della comunità. Inoltre il progetto intende agire in luoghi ad alta densità di frequentazione, sia di giovani che adulti, definiti in sociologia come “non luoghi”, spazi di attraversamento (stazioni Fs, autostazioni, centri commerciali), senza storia e identità, spesso caratterizzati da relazioni superficiali e una cultura stereotipata.

L’aggancio dei ragazzi/e con una metodologia basata su educativa di strada e dispositivi pedagogici partecipativi, promuove l’iniziativa degli adolescenti e si sostanzia in una riqualificazione dei “non luoghi” (reale e simbolica) e nell’interazione con gli adulti, coinvolti e sensibilizzati dalle attività proposte, che determinano un network educativo inclusivo.

Gli obiettivi del progetto sono da un lato di favorire l’inclusione e il benessere degli adolescenti promuovendo il loro protagonismo e creando uno spazio che sia di socializzazione, di comunicazione e informazione; dall’altro di impattare sulla relazione tra il territorio, chi lo abita, e la scuola.

Si chiamerà APP@SPACE invece l’app che verrà sviluppata per favorire la connessione tra ragazze e ragazzi per la realizzazione di un racconto artistico del loro viaggio. Questa app è concepita per accompagnare i giovani nel loro viaggio da pendolari e nel loro parallelo percorso di crescita, rendendoli al tempo stesso protagonisti e aperti al confronto e alla condivisione con i pari e con gli adulti.

Il progetto S.P.A.C.E. coinvolge diverse associazioni nazionali tra cui We World (capofila), la Fondazione Somaschi, Associazione di promozione sociale G.R.A.Z.I.E, Cooperativa Sociale Terremondo, Cooperativa Befree, Arcoiris, Cooperativa Exmè & affini e l’Associazione l’impronta.

Finanziato dal fondo povertà educativa gestito da impresa sociale “Con i bambini”